Menù accessibile di navigazione rapida

Il Circuito

l Centro Studi Dante Bighi di Copparo, la Casa Museo Remo Brindisi di Comacchio e la Fondazione Torri dell’Acqua di Budrio hanno fondato, nel marzo 2009, un circuito detto I Centri di Produzione del Contemporaneo.

In questi luoghi si stimola e sviluppa il dialogo tra “tradizioni e modernità a favore di una contemporanea elaborazione creativa in chiave produttiva”. I Centri di elaborazione e Produzione del Contemporaneo cercano il confronto tra i linguaggio del passato e quelli della contemporaneità. Il circuito intende superare i territori geografici, i limiti amministrativi e politici per determinare un senso di coesione territoriale, che supera il singolo a favore della collettività.

In questi spazi, il confronto tra le persone, l’elaborazione delle idee e la produzione di progetti su differenti piani creativi sostituisce la “cultura istituzionale”, quella “fatta” dai direttori artistici e dagli addetti alla cultura (F.B.).
Con questo progetto, frutto di esperienze trasversali, il circuito persegue lo sviluppo di un territorio, o di una comunità, attraverso la crescita culturale, una sorta di “manierismo contemporaneo” che rifiuta l’arte statica da osservare a favore di artefatti dinamici da produrre e consumare.

I Centri del Contemporaneo operando tra i settori scientifici, educativi, formativi e culturali costruiscono veri e propri bacini di confronto dove, sempre più spesso, convergono esperienze provenienti dal mondo delle imprese grazie al quale si possono sviluppare veri e propri progetti culturali capaci di fondare contemporanea economia della cultura.